Home   /  W-e di crescita & Corsi   /  Le nuove famiglie

N.B. ATTIVO!

Modalità di iscrizione:

Questa iniziativa verrà avviata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. Se sei interessato contattaci (vai alla sezione contatti): ti aggiungeremo a quanti ne hanno già fatto richiesta e ti faremo sapere le date del week-end.

Presentazione

La famiglia, così come la gran parte di noi la immagina tradizionalmente, è un nucleo composto da due genitori e più figli, magari di sessi diversi. I coniugi sono felicemente sposati e non provengono da precedenti matrimoni. È un’immagine archetipica che, dati Istat alla mano, appare sempre meno diffusa, mentre aumentano vertiginosamente le cosiddette “nuove famiglie”, cioè tipologie di convivenza che vanno dalla presenza di un solo genitore (famiglia monoparentale) a quella di genitori con figli avuti da precedenti unioni (famiglia ricostituita o allargata). Se a ciò si aggiunge la sostanziale modificazione dei nuclei anche più tradizionali (riduzione del numero di figli, aumento dell’età media dei genitori al momento della nascita del primo figlio, permanenza nella famiglia di origine di figli ultratrentenni, convivenza di figli naturali e adottati o affidati, presenza di un genitore di cultura diversa, diminuzione dei matrimoni a favore di coppie di fatto, ecc.), ecco che il quadro diviene estremamente variegato e complesso e molto più incerte le azioni educative dei genitori.

Il week-end vuole essere un momento di riflessione e condivisione attorno a quelle che sono le sfide educative delle figure genitoriali che si trovano nelle condizioni sopraesposte, in particolare riguardo ai rapporti tra figli e patrigni/matrigne, tra questi ultimi e i genitori naturali, tra figli con uno o entrambi i genitori naturali diversi e anche tra figli e il solo genitore naturale rimasto.

Il senso della ricerca sta nel cammino fatto e non nella meta; il fine del viaggiare è il viaggiare stesso e non l'arrivare
(Tiziano Terzani)

 

Gallery

In fila alla cassa

Capita che, in fila alla cassa di un supermercato o al bar mentre si sorseggia un caffè, seduti nella sala d'attesa del dottore o nell'autobus mentre si va al lavoro, si ascoltino discorsi su questioni grandi e piccole della vita e del mondo. Si tratta per lo più di frasi fatte e slogan, di giudizi spesso sommari e netti, di conclusioni affrettate su temi che meriterebbero un altro livello di conoscenza e preparazione, ma che riescono sorprendentemente a trovare il consenso di molti. Colti alla sprovvista dal loquace interlocutore, di solito non si replica ma può succedere che andandosene ci si senta addosso uno strano senso di disagio, quello di chi nel suo piccolo non ne ha di queste certezze assolute e sospetta che le cose siano un po' più complesse...

 

Video interessanti

E' stato pubblicato:

Il più grande spettacolo del mondo

Appunti di viaggio per genitori im(perfetti)

di Mauro Luciani

 

Euro 20,00 + spese di spedizione

Per averne una copia puoi scriverci

Prima o poi usciranno...

Ti segnaliamo:

Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità alla Cookie Policy.